lunedì 28 ottobre 2013

La casa dei bottoni

Qualche settimana fa Manuela mi ha contattata per chiedermi se potevo realizzare per lei un’insegna per il suo nuovissimo progetto:
La casa dei bottoni.
Aveva visto proprio sul mio blog la foto di una scritta in fil di ferro di Trois fois rien che era molto simile al logo che lei stessa aveva creato per La casa dei bottoni. Così dopo aver studiato insieme il progetto mi sono messa subito al lavoro e questo è il risultato...



La casa dei bottoni è una linea sartoriale di abbigliamento per bambini davvero particolare, che racchiude in ogni suo capo, interamente fatto a mano, la tradizione dell’artigianato di una volta. L’idea nasce dalla volontà della creatrice di sperimentare, combinando tessuti  e fantasie a contrasto, per realizzare modelli originali e unici nel loro genere. 




Il tutto con la precisione e la cura del dettaglio che solo un capo sartoriale seguito dall’inizio alla fine può vantare. Adoro i bottoni rivestiti, una costante in ogni modello! 




La sperimentazione  è anche alla base della ricerca di idee nuove, utili ed originali. Ed ecco che dalla piccola sartoria nascono prodotti davvero particolari come i porta abiti su misura dalle fantasie più svariate per riporre ordinatamente gli abiti dei bimbi come si fa per il vestito della mamma o la giacca del papà! 



 
E proprio da qui è nata l'idea di inserire nella collezione di Manuela delle grucce personalizzate da me...




Ma lascio che sia direttamente Manuela a parlare delle sue meravigliose creazioni...
  
Eva: Quale è stata la tua ispirazione Manuela? 

Manuela: L’ispirazione l’ho avuta dopo aver conosciuto la sarta con cui ora collaboro, un genio. Nel tempo ho avuto idee particolari per dei capi che lei ha realizzato per mia figlia Margherita. Quella sartoria piena di stoffe mi ha sempre fatto viaggiare con la fantasia e ho voluto provare a creare combinazioni che poi hanno  dato vita ai modelli della mia linea.

Eva: Perché la scelta del nome “La casa dei bottoni”? 

Manuela: Il tratto dominante di ogni mio capo sono i bottoni rivestiti di stoffa, li trovo molto eleganti e danno sicuramente l’idea dell’artigianalità del prodotto.


Eva: Perché scegliere un capo sartoriale? 

Manuela: Gli abiti fatti in sartoria, si sa, hanno un valore aggiunto. Innanzitutto perché sono unici nel loro genere, perché sono fatti su misura e soprattutto  perché hanno dietro un lavoro accurato e minuziosamente attento ai dettagli. Inoltre le stoffe sono sempre selezionate tenendo conto prima di tutto della qualità.





 per continuare a sognare qui trovate la collezione
autunno/inverno 2014... 


Baci

Eva









3 commenti:

  1. Wow... era da un po' che non passavo lo ammetto... sono poco sul web al momento...ma ti faccio tantissimi complimenti per le tue realizzazioni... sono rimasta a bocca aperta... Un bacione!

    RispondiElimina
  2. Evviva! Bella l'insegna, bella l'idea dei vestitini fatti a mano, se poi anche riciclati dai vestiti dei grandi... cosa si vuole di più?
    Brave, bravissime!
    Un bacione, Heidi

    RispondiElimina
  3. Bravissima Eva! Un'idea veramente originale...complimenti!

    RispondiElimina